Preposizioni semplici vs preposizioni articolate

Alcuni studenti ci hanno detto di non capire quando utilizzare le preposizioni semplici e quando quelle articolate.
Le preposizioni semplici verranno spiegate in un altro articolo, vediamo qui velocemente come formare quelle articolate e quando utilizzarle.

Le preposizioni articolate si formano unendo le preposizioni semplici di, a, da, in, con, su + l’articolo determinativo.

(per, tra, fra rimangono invariate)

preposizioni articolate


Le preposizioni articolate seguono le regole dell’articolo determinativo
, ossia  bisogna scegliere la preposizione corretta da usare (dovete quindi aver capito l’utilizzo delle preposizioni semplici) e poi l’articolo determinativo facendo attenzione a come inizia la parola che segue, al genere (maschile-femminile) e al numero (singolare-plurale).Come si usano le preposizioni articolate?

Ancora troppo complicato? Vediamo qualche regola per semplificare il problema.

1.  Con i nomi di famiglia (eccetto mamma e papà), non si usa l’articolo davanti agli aggettivi possessivi mio/a, tuo/a, suo/a, nostro/a e vostro/a.

Esempio:
Ho telefonato a mia madre.
Ho telefonato alla mia mamma.

Quando, però, il nome di famiglia è alterato (nonna > nonnina) o si accompagna a un aggettivo  (padre >vecchio padre), questa regola decade e l’articolo si usa.

Esempi:
La macchina di mia nonna è rossa.
La macchina della mia nonnina è rossa.
Ho scritto un’e-mail a mio padre.
Ho scritto un’e-mail al mio vecchio padre.

Con loro e con tutte le forme plurali degli aggettivi possessivi, si usa sempre l’articolo

2. La preposizione a non prende l’articolo in alcune espressioni di luogo come a teatro e a scuola. Quando però si specifica di quale teatro o scuola si tratta mettendo, per esempio, il nome, questa regola decade e si mette l’articolo.

Esempi:
Vado a scuola.
Vado alla scuola Alessandro Manzoni.
Andiamo a teatro, sabato?
Ci vediamo alle 7:00 al Teatro Carcano.

3. Nella prima frase, l’espressione per telefono (come per lettera e per e-mail) indica il modo in cui viene comunicato qualcosa: in questo caso la preposizione non prende l’articolo. Nella seconda frase invece, per il telefono indica il fine.

Esempio:
Ho comunicato la notizia per telefono.
Ho comprato una custodia per il telefono.

4. Nella prima frase, camera da letto (come anche camera da pranzo) indica un tipo di camera; in queste due espressioni, si usa sempre la preposizione semplice. Nella seconda frase invece, dal letto indica un luogo.

Esempio:
La sua casa ha 3 camere da letto.
È tardi: esci dal letto e vai a fare colazione!

5. Alcuni degli esempi più comuni delle preposizioni articolate

DAL ⇒ dottore, dentista, tabaccaio, fruttivendolo, con i nomi delle professioni (dal macellaio, dal panettiere, dal veterinario, dal cartolaio, dal calzolaio, dal parrucchiere, dall’avvocato ecc.

DAI ⇒miei (genitori), tuoi, suoi, miei cugini, signori Rossi ecc.( dai miei, dai tuoi zii, dai suoi nipoti, ecc)

AL ⇒ cinema, mercato, ristorante, mare, bar, supermercato, parco,concerto, matrimonio ecc. (al cinema, al mercato, al ristorante, ecc.)

ALLA ⇒ stazione, posta, partita ecc. (alla stazione, alla posta, ecc.)

ALL’ ⇒aereoporto, università, osteria ecc. (all’aeroporto, all’ospedale, ecc.)

ALLE ⇒cinque, sei, dieci ecc. (alle sette, alle quattro, ecc.)

NELL’ ⇒ufficio di …., Italia del nord ecc. (nell’ufficio di, nell’Italia del nord, ecc.)

 

 

Se avete delle domande, scrivetele pure in un commento qui sotto, saremo felici di rispondere.
Ciao!

 

 

Comments

comments

6 Comments on Preposizioni semplici vs preposizioni articolate

    • Ciao,

      Grazie per la tua domanda.

      “Vengo dall’italia” indica l’origine quindi significa che la persona che lo dice è italiana.
      “Vengo in Italia” significa che la persona che lo dice viaggerà in Italia e lo sta dicendo a una persona che è già in Italia. Altrimenti si può semplicemente dire “vado in Italia”.

      Spero che la risposta sia utile. 🙂

      • Ciao. Grazie per la risposta.
        Forse non ho spiegato bene la mia questione: perché quando diciamo vengo in Italia non c’e’ la preposizione e invece nel caso “vengo dall’Italia” ci mettiamo l’articolo LA?(Cioe’ la preposizione articolata DALL’)

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*